Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Salernitana: per Paulo Sousa nodo portieri, quel precedente con Sepe a Firenze…

Con il cambio tecnico da ristabilire le gerarchie tra i pali della formazione granata

Uno dei nodi principali da sciogliere è quello del portiere cui affidare una maglia da titolare, per Paulo Sousa, nuovo tecnico della Salernitana, chiamato a ristabilire le gerarchie tra i pali dopo l’esonero di Davide Nicola. L’ex tecnico granata aveva di fatto puntato nuovamente su Luigi Sepe dopo il rientro dall’infortunio, mandando in panchina contro il Verona Memo Ochoa, ingaggiato proprio per sopperire all’assenza del primo, e chiamato in causa nelle prime 6 gare del 2023, con tante reti subite ma anche una mole di parate veramente sorprendente.

Il portiere ex Fiorentina, che contro il Verona non ha corso particolari brividi, rispondendo presente in almeno un paio di circostanze (senza colpe sul gol di Ngonge), ha indossato anche la fascia da capitano, ed era stato di fatto blindato da Nicola, che nel dopo-partita era stato abbastanza chiaro sulle gerarchie, affermando che Ochoa era stato preso per dare solo momentaneamente il cambio al primo, infortunato, ma che il titolare dopo il rientro sarebbe restato Sepe. Ora è tutto cambiato, con un nuovo allenatore chiamato a scegliere chi tener fuori.

Nel frattempo è spuntato un precedente con Luigi Sepe ai tempi della Fiorentina, quando l’estremo difensore di origine napoletana, fece infuriare il tecnico e la società toscana. Schierato sempre in Europa League, a differenza di Tatarusanu, scelto per il campionato, dopo un’esclusione in una gara di coppa il portiere italiano si lasciò andare a un duro commento sui social, dichiarando chiusa virtualmente con tre mesi d’anticipo la sua avventura in viola. Attacco nemmeno troppo velato per lo scarso impiego nei confronti di Paulo Sousa e della dirigenza, che non esitò a metterlo fuori rosa (nonostante le scuse e l’eliminazione del post incriminato). Facile pensare che a oltre 7 anni di distanza entrambi abbiano messo una pietra sopra, e che soprattutto il bene della Salernitana, e l’obiettivo salvezza da conquistare il prima possibile, saranno l’unica priorità in un momento in cui è fondamentale remare tutti nella stessa direzione.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

"Chiunque penserà a questo ragazzo saprà che ha avuto certi comportamenti"...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Salernitana