Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Spezia-Salernitana, Paulo Sousa: “Vogliamo di più dal punto di vista dei risultati”

Le parole del tecnico granata alla vigilia della sfida del Picco

Conferenza stampa alla vigilia di Spezia-Salernitana per Paulo Sousa. Ecco le principali dichiarazioni del tecnico granata

La ripresa dopo la pausa per le Nazionali: d’ora in poi saranno tutte partite importanti, perché tutte mettono in palio punti, fino a che non raggiungeremo la salvezza dobbiamo metterci più del 100%. Abbiamo raggiunto buoni obiettivi con chi è rimasto nella sosta, a parte Mazzocchi che si è infortunato, abbiamo lavorato bene fino all’arrivo degli altri. 

Su Dia: possiamo giocare con una, due o tre punte. E’ una valutazione che stiamo facendo, sto vedendo anche Bonazzoli in crescita, con predisposizione a lavorare con la squadra. Abbiamo un attacco importante, che deve essere alimentato, ma loro devono lavorare per la squadra e mettersi a disposizione, ma ci sono qualità veramente importanti. Dia sarà utilizzato sicuramente dal 1’ o a gara in corso.

Sui Nazionali: siamo contenti di tutti i calciatori andati in Nazionale.  Piatek non ha giocato, e non ha potuto segnare, ma siamo contenti perché chi ha giocato ha rappresentato il nostro gruppo a livelli alti. Sono arrivati in tempo, e sono molto felice del loro atteggiamento. 

Sul grande ex Maggiore: Giulio aveva bisogno di un po’ di tempo, veniva da un infortunio importante a livello muscolare. E’ un calciatore molto intelligente, sarà sempre più capace di poterci aiutare, nel presente e nel futuro. E’ sempre più vicino a imporre il suo gioco nella nostra squadra, molto più preparato rispetto a prima, ha grosse possibilità di giocare. 

Sullo Spezia: squadra molto simile a noi, in diversi aspetti. Leonardo Semplici è entrato da poco, è una squadra capace di fare qualsiasi risultato, e l’ha già dimostrato. Capacità di raggiungere l’impossibile, molto corta e brava a difendere. Le transizioni offensive sono molto forti, dà poche linee e spazi agli avversari, hanno un centrocampo molto fisico, intercettano molti palloni e penso siano quelli che ne recuperano di più in serie A. Sarà una partita molto equilibrata, noi vogliamo raggiungere il livello toccato in queste ultime partite, vogliamo mettere qualcosa in più dal punto di vista dei risultati. Noi stiamo lavorando bene, siamo aggressivi e vogliamo esserlo dall’inizio alla fine, speriamo sempre di fare un gol in più degli avversari. 

Sulla difesa: Lovato e Pirola hanno sempre dimostrato voglia di crescere e di migliorare, e possono continuare a farlo, sono due giocatori che potranno rappresentare il futuro del calcio italiano. Hanno capacità difensive importanti, ma stanno crescendo tanto anche nella costruzione del gioco, ed è forse l’aspetto più difficile sui quali migliorare. Con Fazio dobbiamo andare sempre cauti, è molto fisico ma ha grande capacità di costruzione e intelligenza calcistica, anche Troost-Ekong sta lavorando tanto. 

Sul Verona: non dovrebbe incidere, a me non condiziona nulla, l’ho detto già e mi condiziona solo quello che posso controllare. Voglio concentrarmi solo su quello, sui miei giocatori, sulle mie decisioni, sulle idee di gioco. E’ lì che voglio incidere, poi se i risultati dei nostri avversari ci aiutano meglio, ma dipende da noi, e vogliamo vincere ogni partita, in casa e fuori. Dobbiamo avere una mentalità vincente, sempre. In ogni azione, in ogni spazio. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Salernitana