Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Salernitana, Iervolino conferma Nicola: “Ma col Verona c’è da rialzare la testa”

Il patron a Lira Tv: “Suonato un campanello d’allarme, ora dobbiamo restare coesi”

“Non mi aspettavo questa sconfitta, l’unica cosa bella è stata la tifoseria della Salernitana. Partita pessima, responsabilità diffuse, c’è da registrare una partita disastrosa. Abbiamo perso tutti gli scontri diretti, tutti i reparti hanno sofferto, la squadra ha espresso il peggior calcio da quando sono presidente”. Non può essere sereno l’umore di Danilo Iervolino dopo il 5-0 subito al Mapei dal Sassuolo ai danni della sua Salernitana. Il presidente dell’ippocampo, però, prova a scegliere la via dell’equilibrio a Lira Tv, dove è intervenuto nella serata di lunedì.

“C’è da registrare la macchina, restare coesi. Ripartire dal gioco mostrato con Sampdoria e Juventus. Una società che investe 40 milioni di euro di certo non li spende per andare in serie B, poi il calcio non è un’equazione, ma è certo che gli investimenti vengono fatti per alzare le ambizioni. Il campanello d’allarme è suonato, non ci sono più alibi. Se ci trovassimo nelle ultime posizioni, avendo immaginato ben altro campionato, si rischierebbe di pagarlo sul piano psicologico. Prima di Sassuolo pensavo avessimo una grande rosa, ora mi tremano un po’ le gambe”.

Sulla fiducia a Davide Nicola: “E’ l’allenatore della Salernitana, abbiamo capito che dovevamo registrare delle cose, guardiamo già alla prossima partita dopo essermi sentito con il direttore. Nicola ha avuto rinnovo di contratto dopo l’ottima salvezza dell’anno scorso, quest’anno eravamo partiti molto bene. Fiducia a termine? Qualsiasi cosa rispondessi potrei essere smentito dalle mie azioni tra 10-15 giorni. Il calcio passa dell’energia, se viene meno c’è l’obbligo morale di cambiare. La fiducia è autentica e genuina, c’è stata assunzione di responsabilità, dobbiamo fare risultato con il Verona. Dal primo tempo contro la Juventus la Salernitana era tra le prime 10 posizioni. Sono passati 225 minuti ed addirittura è stato cancellato quello che di buono si era fatto prima. Bisogna avere equilibrio”: 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie

Calcio Salernitana