Seguici su
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Calcio Salernitana

Salernitana-Torino, le pagelle: esordio convincente per Nicolussi Caviglia, ancora super Ochoa

Difesa in grande difficoltà, Bonazzoli ci mette generosità

Salernitana-Torino 1-1, le pagelle granata:

Ochoa 7,5. Sette parate, praticamente tutte decisive. Nel primo tempo tiene in vita i suoi salvando di tutto e di più. Non può nulla solo in due occasioni, sulla rete di Sanabria e sul palo di Schuurs. Nella ripresa si supera su Miranchuk, c’è tanto di suo nel punto granata. 

Bronn 5,5. Nel primo tempo vede i sorci verdi. I più rapidi avversari lo mettono in difficoltà, va al bar sulla finta di Vojvoda e si addormenta sul taglio di Sanabria in occasione del gol. Meglio nella ripresa. 

Daniliuc 5,5. Pure lui și fa bruciare sul taglio di Sanabria sulla rete dell’1-0 del Torino. Nel secondo tempo brutta entrata che gli costa un giallo pesante. Era diffidato, salterà Bergamo. Dal 30’ st Gyomber 6,5. Poco più d’un quarto d’ora per regalarsi un eccellente ritorno dopo l’infortunio. Non sbaglia praticamente un intervento. 

Fazio 5. Costretto ancora una volta a giocare altissimo, viene infilato in velocità ogni volta che il Torino spinge dalle sue parti. Prende la targa a Lukic prima e Vlasic poi, quando gli ospiti vanno vicinissimi al gol. 

Candreva 6. Alterna cose buone ad altre meno buone. Ci prova con un destro al volo che finisce però comodo tra le braccia del portiere avversario, nella ripresa cresce pure lui, e serve un assist al bacio per Piatek, prima di mettersi in proprio e chiamare Milinkovic alla deviazione in corner con un bel sinistro. 

Nicolussi Caviglia 6,5. Gioca con estrema semplicità, che spesso, come in questo caso, fa rima con intelligenza. Dimostra personalità e capacità di adattarsi sia in un centrocampo a tre che in una mediana a due. Considerato che è arrivato da pochi giorni, il suo esordio da titolare appare più che convincente. 

Bohinen 5. Lontano parente di quello dello scorso anno, si vede solo per una sventagliata al bacio per Candreva, poi il nulla. Surclassato dal ritmo dei centrocampisti avversari, sbaglia anche i controlli più elementari. 

Dal 1’ st Piatek 5,5. Dà più peso all’attacco, come gli aveva richiesto Nicola, ma potrebbe far meglio dal limite dall’area, quando calcia a lato da ottima posizione. Ha un paio di palloni interessanti in profondità, ma viene sempre ripreso dagli avversari.  

Vilhena 6,5. Si catapulta su una palla vagante per condurre personalmente la transizione conclusa con il mancino che vale l’1-1. La rete lo galvanizza e sembra restituirgli aggressività e cattiveria. 

Bradaric 5,5. Inizio all’insegna della timidezza, non aggredisce Lazaro, che ha tutto il tempo di pennellare per la zuccata di Sanabria. In avanti si vede davvero troppo poco. Dal 30’ st Pirola 6. Attento su Singo, un paio di chiusure precise e puntuali per fermare l’esterno granata. 

Bonazzoli 6. Almeno ci mette la voglia. Schierato titolare dopo la rete con il Milan ha poche occasioni per colpire, ma si batte per tutto il campo, e non disdegna di dare una mano in fase difensiva. 

Dal 45’ st Botheim sv. 

Dia 5. Molto nervoso, forse per scarsità di rifornimenti. Nella ripresa va leggermente meglio, ma non riesce ad andare oltre ad un timido tiro che finisce comodo tra le braccia del portiere. Lecito attendersi di più. 

Dal 40’ st Valencia sv

All. Davide Nicola 6.  Inizio da brividi, il Torino domina in lungo e in largo e non dilaga solo per i meriti di un super Ochoa. Nella ripresa decide di giocarsi il tutto per tutto lanciando il tridente e porta a casa almeno un punto. 

Click to comment
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

More in Le pagelle di Calcio Salernitana