Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Salernitana, il ritorno di Mazzocchi a “casa sua”: “Darò tutto per questi colori”

Il numero 30 granata: “Continuerò a lottare ogni giorno”

Il ritorno in campo nella sua Napoli. Pasquale Mazzocchi non dimenticherà tanto facilmente Napoli-Salernitana. Lui, scugnizzo di Barra, nato e cresciuto con il desiderio di imporsi nel calcio che conta, ha indossato con orgoglio la fascia da capitano in un derby storico. Una prestazione maiuscola, limitando le bocche di fuoco partenopee, condite dai fischi al momento della sostituzione che hanno lasciato il segno però sul laterale della Nazionale.

Così, attraverso i propri canali social, Mazzocchi ha così commentato il derby: “Tutti gli anni della mia adolescenza li ho buttati sudando ogni giorno, mettendo da parte amici e svago, tutto per vivere queste emozioni. Non è stata una gara come le altre per me, e di questo ne è consapevole tutto il popolo granata, ma sono consapevoli anche che io darò sempre tutto per i colori che mi hanno fatto diventare l’uomo e il calciatore che sono oggi. Continuerò ogni giorno a lottare e vivere per emozioni come queste”.

A condividere le emozioni del numero 30 granata anche dalla moglie Tonia Lamagna sui propri canali social: “Ho letto tante cattiverie nei tuoi confronti, ma quelle che mi hanno lasciato senza parole sono quelle provenienti dal nostro quartiere, quel quartiere che ti ha visto fare 1000 sacrifici per arrivare dove sei adesso, quel quartiere che ti ha visto crescere. Fortunatamente Barra non è solo questo ma anche un quartiere dove ci sono tantissime persone che ti vogliono bene. Penso che tu, marito mio, sarai un esempio non solo per i nostri figli ma anche per i figli delle persone che adesso ti denigrano. Noi auguriamo a loro di vivere tutte le emozioni che stiamo vivendo. Con questa partita hai fatto vedere per l’ennesima volta la tua fame e la tua voglia di dare sempre di più. Hai dimostrato di essere per l’ennesima volta un vero professionista, perché questa per te è stato importante giocare contro la squadra della tua città ma, nonostante questo, hai messo le emozioni da parte e hai dato tutto, hai sudato per la maglia che indossi. Sei quello che sei e dove sei perché prima lo hai immaginato”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie

Calcio Salernitana