Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Fiorentina-Salernitana, la conferenza di Inzaghi: “Squadra al completo, finalmente l’imbarazzo della scelta. Sul mercato…”

Le parole del tecnico granata. invista della sfida del Franchi

Antivigilia di Fiorentina-Salernitana, ecco di seguito le parole del tecnico granata Filippo Inzaghi: 

Dobbiamo cercare di dare continuità alle ultime due partite, oggi sono rientrati anche Dia e Tchaouna, Cabral ha una settimana di allenamento in più, a parte Gyomber per febbre eravamo tutti. C’è l’imbarazzo della scelta, avere tutta rosa ci dà grande voglia, consapevolezza dei nostri mezzi, andiamo in casa di una squadra reduce da due finali, avremo tanti tifosi al seguito, si è riacceso l’entusiasmo e sono felice di questo”. 

Cessione Dia? Non penso al mercato, sono troppo concentrato a Firenze, abbiamo idee chiare, ma non ho voglia di pensare a quello che sarà, ho una squadra che può fare molto meglio, per fortuna le mie parole si sono tramutate in fatti, dobbiamo continuare su questa strada.

Fiorentina? Rosa profonda, abituata a giocare in coppa, società modello con un grande allenatore, per vincere serve una partita perfetta, come con la Lazio. Una gara di squadra, sperare che loro non siano al 100% e che noi siamo al nostro livello migliore. Se pensiamo di aver anche solo un po’ di concentrazione in meno faremo fatica. Ma sono contento, ce la possiamo giocare con tutti a testa alta. Grande stima, sugli esterni ha l’imbarazzo della scelta, hanno identità, con squadre così può non bastare anche una grande partita, ma voglio vedere crescere sempre di più la mia squadra. 

Sul sistema di gioco: sappiamo che giocare con due trequartisti dietro la punta ci aiuta, con la Lazio ho avuto molti dubbi fino alla vigilia, tutto dipende dai ragazzi, da come si allenano e come mi mettono in difficoltà. Saranno importanti anche i cambi, penso a Immobile, può star fuori chiunque l’importante è che quando entri poi provi a dimostrare che l’allenatore è sbagliato. Con la Lazio è entrato benissimo Bronn, così come Maggiore e Legowski. Abbiamo tutto per far bene, devono dare tutto per restare qua, la strada imboccata è quella giusta.

Coccodrillo? Dovevamo essere un po’ più svegli, abbiamo preso anche una palla sulla linea, dobbiamo svegliarci un attimino. Iwkuemesi grande atteggiamento, mi piace, al di là del gol, lotta su ogni pallone. Lo spirito nello spogliatoio: dovreste chiederlo ai ragazzi, non ritorno sul passato, se si cambia allenatore qualcosa non va. E’ stata dura all’inizio, c’è stato un grande lavoro da fare a livello di campo e psicologico, ma non abbiamo fatto nulla. Dobbiamo dare continuità, non dobbiamo cullarci, ma vedo una squadra più convinta. La parola serenità non mi piace perché può portare ad essere molle, cercherò di essere uno di loro. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il retroscena: l'ascesa del trainer piacentino parte da lontano, quando Lotito voleva portarlo in granata...
Il trainer piacentino: "Poco senso chiedermi scusa dopo avermi mandato via"...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie

Calcio Salernitana