Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Salernitana-Fiorentina: quanti ex tra ricordi e voglia di riscatto…

Non solo Ribery, da Terracciano a Ranieri sono tanti gli incroci tra viola e granata

Fiorentina-Salernitana sarà sfida dal sapore amarcord per numerosi elementi di entrambe le compagini, che si affronteranno al Franchi mercoledì sera nel turno infrasettimanale valevole per la 14^ giornata di campionato. 

Non solo Franck Ribery, che tornerà in terra toscana dopo il suo addio al calcio giocato e il post dedicatogli dal club viola con un video dei gol più belli messi a segno con il giglio sul petto, tra cui le perle a San Siro contro il Milan e all’Olimpico contro la Lazio. Probabile, dopo gli applausi dello scorso anno in occasione della prima volta da ex, e l’accoglienza da oltre 10mila tifosi all’insegna dell’entusiasmo per la presentazione ufficiale dopo il suo ingaggio, che i supporters toscani gli riservano ancora una testimonianza d’affetto. 

Oltre alla leggenda francese, che siederà in panchina al fianco di Davide Nicola, che l’ha accolto a braccia aperte nel suo staff, sarà partita da ex anche per Krzysztof Piatek, lo scorso anno arrivato nel mercato di gennaio dopo la partenza di Dusan Vlahovic. Partenza da urlo per il pistolero, che dopo un mese magico (5 gol tra campionato e Coppa Italia sui 6 totali messi a segno), faticherà però ad imporsi nella formazione di Vincenzo Italiano, tanto che a fine stagione il club di Commisso deciderà di non esercitare il diritto di riscatto. Il polacco sogna di farsi rimpiangere alla sua maniera, ovvero con un go, che gli permetterebbe di continuare a inseguire il sogno Mondiale.

Luigi Sepe e Leonardo Capezzi, hanno invece bagnato il loro esordio in competizioni internazionali proprio con la Fiorentina. Entrambi hanno debuttato in Europa League, il primo nel 2015-2016, il secondo (ai margini dell’organico allenato da Nicola), nel 2013-2014. Il centrocampista, d’origini toscane, è cresciuto proprio nel settore giovanile viola, prendendo anche parte al docs-reality di Mtv Giovani Speranze, incentrato proprio sulle vicende del vivaio gigliato, in compagnia peraltro di altre vecchie conoscenze granata, come Cedric Gondo e Alan Empereur. 

In viola, invece, ci sono Pietro Terracciano e Luca Ranieri. Il portiere campano, che ha giocato alla Salernitana per un biennio, non è mai riuscito a esprimere il suo potenziale, soffrendo anche l’alternanza nel primo anno con Thomas Strakosha, mentre è letteralmente esploso una volta passato alla Fiorentina. Dopo esser arrivato come secondo portiere, l’estremo difensore è riuscito a vincere la concorrenza con Dragowksi prima e Gollini poi, convincendo Vincenzo Italiano a dargli piena fiducia.

Discorso opposto invece per il difensore mancino, l’anno scorso tra i migliori giocatori nella prima sciagurata parte di stagione della Salernitana, e tornato alla casa madre dopo i tentativi andati a vuoto di una nuova chance in granata. Ranieri ha trovato sino ad ora una sola presenza in campionato e una in Conference League, difficile però non emozionarsi, anche dalla panchina, di fronte alla sua ex squadra, con la quale ha centrato una storica salvezza lo scorso 22 maggio. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Salernitana