Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network

Salernitana: Arechi e Curva Nord, la nota del CCSC

L’ad Milan rassicura i tifosi sul mercato in entrata, raccolta fondi per il popolo ischitano

Calciomercato, futuro, stadio e solidarietà: a “Cuore Granata” l’ad Maurizio Milan lancia la sfida in vista della ripresa del campionato a gennaio.

Sono state queste le parole d’ordine della trasmissione “Cuore Granata”, andata in onda questa sera sulle frequenze di LiraTv e gestita dal Centro Coordinamento Salernitana Club. Una chiacchierata tra tifosi – organizzata presso la sede del Circolo Canottieri Irno di Salerno – che ha visto la partecipazione del Presidente CCSC Riccardo Santoro, del Questore di Salerno Giancarlo Conticchio, dell’amministratore delegato della U.S. Salernitana 1919 Maurizio Milan, dell Presidente Commissione Sport Comune di Salerno Rino Avella, di Alfonso Pugliese vicepresidente CCSC, dell’Avv. Massimo Falci altro vicepresidente CCSC, dell’ Avv. Carlo Balbiani delegato CCSC ai rapporti con la Salernitana e del presidente del club granata Danilo Iervolino di Penta Raffaele Guariniello

Una trasmissione ricca di spunti interessanti che ha dedicato una finestra alla tragedia verificatasi nei giorni scorsi nell’isola d’Ischia. Proprio in considerazione del dramma che stanno vivendo gli amici ischitani, il Centro Coordinamento Salernitana Club e l’ad della Salernitana Maurizio Milan hanno avanzato l’idea di organizzare una raccolta fondi da destinare alla popolazione ischitana, con il coinvolgimento non solo della tifoseria granata ma di tutta la città e la provincia di Salerno. L’idea sarebbe quella di organizzare in occasione del match Salernitana-Napoli una sorta di “terzo tempo”, finalizzato non solo al gesto di solidarietà in favore della popolazione ischitana ma anche per avvicinare le tifoserie di Napoli e Salerno, come da sempre auspicato dalla società di patron Iervolino.

Altro argomento trattato – sollecitato dall’avv. Balbiani – è l’idea di portare la Salernitana in giro per la provincia, organizzando periodicamente allenamenti a porte aperte, sia nella zona nord (Mercato San Severino, Baronissi) sia in quella sud (Agropoli, Vallo della Lucania, Sapri), ma anche nella stessa città capoluogo. Su questo l’ad Milan ha risposto positivamente, precisando che nelle prossime giornate ci sarà già un confronto con allenatore e diesse al fine di pianificare una serie di “uscite” della squadra granata al fine di avvicinare sempre più la Salernitana alla sua vastissima tifoseria.

Sollecitazione importante, sempre da parte di Balbiani, è stata quella della numerazione in fase di vendita dei posti a sedere in tribuna e nel settore distinti, in modo tale da avere per ogni tagliando staccato o abbonamento, la possibilità certa del proprio posto a sedere, evitando le criticità emerse quest’anno. Non che oggi non ci sia formalmente la numerazione dei posti, ma occorre un effettivo controllo da parte degli stewards con la predispozione apposita dei sediolini. Lo stesso Milan ha confermato che a partire dalla prossima stagione il problema sarà risolto.

Capitolo calciomercato. Tutti si aspettano una Salernitana che alla ripresa del torneo possa rialzare la testa rispetto agli ultimi risultati e ingranare definitivamente la marcia della continuità. Ed è in tale direzione che sono giunte all’amministratore Milan le sollecitazioni dei dirigenti del CCSC rispetto alla finestra di calciomercato che si apre il prossimo 2 gennaio. Milan ha confermato innanzitutto che la società ha provveduto a verificare la perfetta tenuta dei conti e del bilancio, oltre ad aver “inquadrato” l’indice di liquidità, cosa che consente al sodalizio del presidente Iervolino di guardare al futuro in totale tranquillità. Il diesse De Santis è già al lavoro da tempo per individuare le pedine giuste da portare a Salerno, in sinergia con il tecnico Nicola.

Capitolo curva nord. Per quanto riguarda i lavori allo stadio, il presidente Avella ha confermato l’aggiudica della gara e che gli stessi lavori dovranno essere ultimati – salvo imprevisti – entro 30 giorni lavorativi. Il problema potrebbe essere rappresentato dai software che gestiranno l’apparato dei tornelli, nel senso che non si ha certezza al momento sulla data di consegna nè su eventuali criticità nella fase operativa. E’ stato infine l’avv. Falci a chiedere al questore sulla possibilità di valutare anche l’eventuale sistemazione dei tifosi ospiti in un segmento del settore distinti; il questore si è riservato di valutare tutte le possibili soluzioni.

Capitolo convenzione per lo stadio. Il presidente Santoro ha sollecitato il presidente della commissione Sport Avella sulla tanto discussa questione della gestione dell’impianto di via Allende. Il Comune si è detto pronto a fare tutti i passi necessari verso questa direzione e lo stesso ad Milan ha rimarcato come già nelle prossime settimane si inizierà il dialogo istituzionale con Palazzo di Città per la nuova formula di accordo sulla gestione dello stadio Arechi.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sostegno garantito anche in Friuli per Candreva e compagni...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Salernitana