Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Salernitana, Nicola non si nasconde: “A Verona con consapevolezza, sarà scontro diretto importante”

Il tecnico non fuga i dubbi sul sistema di gioco: “Lavoriamo sempre su più soluzioni”

“Tre o quattro in difesa? Si cercano sempre soluzioni, a seconda di come si comportano gli avversari, nel calcio non c’è più una cosa sola. Ci abituiamo quotidianamente a lavorare su più soluzioni per occupare meglio il campo”. Davide Nicola non scopre le sue carte alla vigilia di Verona-Salernitana, sfida importante per la salvezza di entrambe le compagini.

Sugli avversari. “Djuric importante sulle palle inattive, se c’è Lasagna ci sarà l’attacco dello spazio in profondità. Sarà una partita importante, uno scontro diretto da affrontare con entusiasmo e consapevolezza, l’allenamento davanti al nostro pubblico per coinvolgerli di più, per creare una rifinitura con clima partita. Quando si incontrano squadre particolarmente aggressive giocare con fraseggi stretti non sempre possibile, e soprattutto non sempre efficace. C’è la necessità di saltare a volte la prima pressione avversaria. A questa squadra piace avere il pallone, tutti hanno la personalità necessaria per impostare l’azione”. 

Sui dubbi di formazione. “Non ho dubbi, ma valuto la settimana di lavoro, ci sono giocatori che hanno sempre giocato, altri un po’ meno, chi gioca sempre perché nel tempo ha dimostrato di saper performare di più. Faremo le valutazioni del caso, nel calcio di adesso c’è una predisposizione alla rotazione anche con i cinque cambi, sicuramente è una partita che servirà affrontare con attenzione, la proposta del gioco del Verona è la stessa da diversi anni. L’avversario mette forte pressione, avremo poco tempo per tenere la palla tra i piedi, dovremo liberarcene in fretta e con qualità. La differenza però la farà la capacità di esprimersi, se ci preoccupiamo troppo non lo faremo bene. Ci vuole entusiasmo e consapevolezza, è questo l’importante”. Ballottaggio in cabina di regia: “Se si guardano i numeri hanno sempre giocato gli stessi, il dubbio potrebbe nascere dal voler dare una chance in questi momenti a chi ha giocato meno, ma abbiamo ormai delle certezze sulle caratteristiche dei giocatori.  Abbiamo due giocatori che hanno caratteristiche diverse, Bohinen è geometrico, metodico, può toccare la palla più volte prima di cercare la soluzione. Nicolussi può giocare corto, lungo, a più tocchi, si fanno delle richieste diverse in base a queste caratteristiche. Bonazzoli? Ci sarà la possibilità di giocare per tutti“. 

Sugli infortunati:Gyomber si è allenato con noi, ha minutaggio molto ridotto, ci vuole un po’ di pazienza con lui ma Norbert non si ferma mai, lavora sempre tanto, sarà sicuramente con noi a Verona. Per Mazzocchi ci vuole ancora una settimana per sperare di vederlo con noi, Maggiore e Fazio stanno lavorando a un recupero importante dal punto di vista dell’intensità, ma ancora non sono presenti nel gruppo squadra. Credo però che a breve giro di posta saranno con noi, potranno dare una grande mano alla squadra”. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

"Chiunque penserà a questo ragazzo saprà che ha avuto certi comportamenti"...

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Salernitana