Seguici su
Sito appartenente al Network

News

Salernitana, Sousa pensa al tridente e “rispolvera” Bohinen

Il trainer granata ragiona sulla conferma del 3-4-2-1 ma è tentato dal 4-3-2-1

Cercasi qualità. Sampdoria-Salernitana è sfida determinante per la corsa salvezza dei granata. Paulo Sousa lo sa e si interroga su quale vestito tattico scegliere. Il 3-4-2-1 che ha dato sicurezze ma soprattutto ha restituito alla Bersagliera solidità e pragmatismo. Il secondo clean sheet consecutivo ne sarebbe la dimostrazione, da perseguire riaffidando i pali granata a Ochoa. Il messicano è in vantaggio su Sepe, di nuovo in campo dopo le noie muscolari accusate mercoledì. Davanti al sudamericano, Gyomber, Daniliuc e Pirola conservano un prezioso vantaggio su Lovato e Bronn. Sulle fasce, Bradaric è sicuro di una maglia da titolare, con Sambia che deve guardarsi le spalle dallo scalpitante Mazzocchi. Possibile che la staffetta vista con il Monza si ripeta di nuovo, seppur il laterale napoletano speri di aumentare il proprio minutaggio. In mezzo al campo, Crnigoj e Lassana Coulibaly sono coppia ben assortita ma Bohinen è candidatura forte. Davanti, tutto ruota intorno a Dia: possibile prima punta al posto di Piatek, trequartista in luogo di Kastanos ma anche soluzione da giocare a gara in corso. Si ragiona.

Come riporta “La Città di Salerno” oggi in edicola, la tentazione forte è Bohinen, possibile soluzione in cabina di regia con annesso passaggio al 4-3-2-1. Ad uscire dal pacchetto arretrato sarebbe Pirola, permettendo al regista scandinavo di prendere in mano le redini del gioco, ritrovare la maglia da titolare che manca dalla trasferta di Lecce, primo e unico exploit esterno nel 2023. Bohinen si collocherebbe fra Lassana Coulibaly e Crnigoj, modulo con maggiore densità centrale che permetterebbe Sousa di lanciare nella mischia un attaccante in più con Piatek (Dia favorito su Bonazzoli).

Click to comment
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

More in News