Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Milan-Salernitana, le pagelle: Gyomber e Pirola super, Bradaric è una freccia

Dia riscatta l’errore del primo tempo, Piatek sprecone nel finale

Milan-Salernitana 1-1, le pagelle granata:

Ochoa 7. Beffato di testa da Giroud, sul corner preferisce non uscire e viene trafitto. Dopo non aver sporcato nemmeno i guantoni nel primo tempo si esalta nella ripresa, vola sul colpo di petto di Origi e si distende alla grande sul diagonale di Ibrahimovic. Nel mezzo il miracoloso salvataggio sulla carambola con Kalulu. 

Daniliuc 6,5. Concentrato, non perde mai di vista Rafael Leao, che contiene senza particolari problemi. Ulteriori segnali di crescita anche per lui. 

Gyomber 7,5. Chiusura strepitosa in avvio di gara sul taglio di Theo Hernandez. Viene beffato solo da Giroud, che lo sposta quel tanto che basta per trafiggere Ochoa. Miracolosa invece la leggera deviazione di testa che centra Kalulu. Ancora una volta tra i migliori in campo, un muro di gomma. 

Pirola 7. Continua il magic moment. Non concede praticamente nulla agli avversari, gara di estrema precisione, diversi gli interventi puntuali, spesso in anticipo. 

Dal 23’ st Lovato 6. Entra in un momento delicato del match, ma non trema. 

Mazzocchi 6,5. Un paio di accelerazioni iniziali che dicono molto sulla sua voglia di tornare lo straripante arrivato in Nazionale. Con il passare dei minuti l’energia vien meno, ma non la sua voglia di lottare.  

Dal 38’ st Sambia 6. Sul pezzo, spende un giallo intelligente per fermare una pericolosa ripartenza rossonera. 

Coulibaly 6,5. Quantità e qualità. Perché se i palloni recuperati e i contrasti vinti non si contano, ha anche il merito di condurre l’azione che porta al pari granata, con lo scarico su Bradaric. Fondamentale. 

Bohinen 6,5. Prima volta da titolare con Sousa, che gli chiede di giocare sempre il pallone. Qualche errore, ma pure diverse perle, come l’assist per Kastanos, che cestina da due passi, e il passaggio che avvia l’azione del gol di Dia. Un tocco che taglia fuori mezza squadra avversaria.

Dal 38’ st Crnigoj 6. Fa legna negli ultimi minuti di battaglia. 

Bradaric 7. Una freccia sulla corsia sinistra, chi lo sa dove trova la forza per l’ennesima sovrapposizione al minuto 96’. In precedenza pesca Dia tutto solo per l’1-1, e viene giustamente graziato dal Var per un intervento su Bennacer. 

Kastanos 5,5. L’applicazione tattica e il mordente non si discutono, non riesce a legare la trequarti con il reparto avanzato, ma non disdegna la lotta in mezzo al campo. Peccato per l’occasionassima sprecata a tu per tu con Maignan. 

Dal 11’ st Piatek 5,5. Scalda i guantoni a Maignan con un tiro da fuori, ma sciupa malamente l’ultima ripartenza prima del triplice fischio, tardando i tempi per lo scarico su Bradaric in superiorità numerica. Spesso finisce a terra, forse per l’errata scelta dei tacchetti.   

Candreva 6. Ad eccezione di qualche calcio piazzato buttato in area di rigore non è che si veda molto. Ci prova dalla distanza con un tiro velleitario, da applausi invece il suo movimento in occasione della rete di Dia, quando attira a sé la marcatura di Kalulu. 

Dal 23’ st Bonazzoli 6. Prova a gestire il pallone e a far rifiatare i compagni. 

Dia 7,5. A San Siro suona la nona sinfonia. E il sigillo che vale un punto storico trasforma anche la sua serata, fino a quel momento quasi disastrosa. In precedenza si era fatto ipnotizzare da Maignan nell’unica occasione avuta a tiro dopo un tempo di solitudine e di pochissimi palloni toccati. Poi il riscatto nella ripresa con la rete dell’1-1.  

All. Paulo Sousa 7. La sua Salernitana chiude con tre punte di ruolo in campo e con la sensazione che con ancora qualche minuto a disposizione la vittoria sarebbe a portata di mano. Segnali positivi, oltre che punto pesante, l’esame San Siro è superato in pieno, per applicazione, voglia, letture tattiche. Gran partita. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Salernitana