Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Salernitana, dramma per l’ex Strandberg: operato d’urgenza dopo aver rischiato la morte: “Grande shock, fortunato ad esser vivo”

Il difensore costretto al ritiro immediato

Dramma per il difensore norvegese 33enne Stefan Strandberg, un passato nelle fila di Salernitana e Trapani in Italia. Non bastasse una carriera ricca di infortuni, stop e problemi che hanno limitato fortemente la sua vita da sportivo, ora il ritiro obbligatorio dall’attività agonistica, dopo un intervento d’urgenza e il rischio di morire. A darne notizia è il Valerenga, squadra dove Strandberg ha fatto ritorno dopo l’avventura in granata e della quale è capitano. Lascia anche la Nazionale della Norvegia, con la quale ha disputato 36 gare, giocando al fianco di campioni come Haaland.

“Il capitano del Vålerenga è stato operato per un prolasso alla schiena poco prima di Natale e avrebbe dovuto iniziare ad allenarsi all’inizio di febbraio. Purtroppo non sarà così e ora ci aspetta una lunga riabilitazione, che prevede anche farmaci per tutta la vita. Dopo l’operazione all’ospedale Martina Hansens si è verificata una complicazione che ha provocato un coagulo di sangue pericoloso per la vita in tutta la gamba sinistra e nello stomaco. Strandberg ha quindi dovuto sottoporsi a un ampio intervento chirurgico d’urgenza all’ospedale di Ullevål a metà gennaio, afferma il medico Erik Rosenlund del Vålerenga Fotball Elite”.

Shock 

Strandberg è stato sottoposto a un intervento chirurgico alla schiena programmato a dicembre per prolungare la sua carriera calcistica di diversi anni. Ora la vita è stata capovolta per Lyngdølen. 

Le sue parole: – Questa è naturalmente una crisi di vita per me. Gioco a calcio tutti i giorni da quando ho imparato a camminare, e di certo non ero pronto a mollare. Ora mi è stato tolto tutto. La carriera calcistica è finita. Ero pronto a lottare per il Vålerenga e per la nazionale e questo è un grande shock. In questo momento sono semplicemente felice di essere vivo, ma ho bisogno di tempo per capire tutto, dice Strandberg, che gioca il suo secondo mandato a Vålerenga dall’estate del 2022.

Adesso, come detto, lo attende un lungo periodo di riabilitazione.

In poco tempo la mia vita è stata stravolta, ma ho dei buoni tifosi e voglio un ruolo nel calcio anche in futuro. Il periodo immediato riguarda l’elaborazione di ciò che è accaduto e il trascorrere del periodo successivo con i miei cari, afferma Strandberg, che recentemente è diventato padre per la prima volta.Il Vålerenga perde il suo capitano e pilastro, ma la cosa più importante è che con Stefan le cose non siano peggiorate. Ha avuto una carriera fantastica e vogliamo ringraziarlo per il suo impegno in campo.

Il suo atteggiamento e la sua intelligenza come giocatore lo renderanno un buon allenatore a lungo termine, afferma il direttore sportivo Joacim Jonsson, aggiungendo: Stefan ha un contratto con il Vålerenga fino al 2024 e il club sarà responsabile degli obblighi contrattuali. Faremo in modo di prenderci cura di Stefan e di includerlo nel miglior modo possibile quando sarà il momento giusto, conclude Jonsson. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie

Calcio Salernitana