Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Salernitana, un solo gol nelle ultime 6: come rivitalizzare un attacco in crisi?

I dilemmi di Colantuono: le scelte saranno orientate anche al futuro

Non solo una difesa colabrodo, reduce dal 200esimo gol subito dal ritorno in serie A, ma anche un attacco a dir poco evanescente. Numeri horror quelli della Salernitana, che testimoniano l’ultimissimo posto in classifica e una retrocessione ormai certa, Stefano Colantuono dovrà però provare a rivitalizzare un reparto offensivo in grande crisi.

Nelle ultime 6 giornate, infatti, la Salernitana ha messo a segno un solo gol, oltre 560′ i minuti di astinenza dei granata, con il nuovo trainer chiamato ora a valutazioni non solo tecnico-tattiche, ma anche basate sul futuro (e sui calciatori di proprietà). Dopo la gara con il Lecce, infatti, Weissman sembra esser finito indietro nelle gerarchie, e non è da escludere che al netto dell’apprezzamento per l’impegno e la generosità il suo imminente ritorno al Granada al termine del prestito secco pesi non poco in fase di scelta.

Anzi proprio in quest’ottica va letta la scelta di Simy, rispolverato dopo diverse gare ai margini, e titolare a Bologna. Pagato tre anni fa 6 milioni di euro, mai al centro del progetto, e con un contratto pesante (da un milione di euro) che scadrà solo nel 2025, va da sé che qualche gol del nigeriano possa aiutare a piazzare la punta ex Crotone. Che nonostante la voglia mostrata, anche al Dall’Ara ha fallito un’occasione piuttosto ghiotta. Tchaouna è forse l’unica certezza, anche in virtù della sicura plusvalenza che potrebbe scaturire dalla sua cessione (l’ex ds De Sanctis l’ha preso a zero dal Rennes), ed è uno dei più giovani dell’intero campionato ad aver raggiunto quota 5 tra gol (2) e assist (3). Sparito dai radar invece Charles Ikwuemesi, chissà che non possa trovare un po’ di spazio anche lui, che giovanissimo, sarà valutato nell’immediato futuro per capire se potrà far parte della Salernitana chiamata a ripartire dalla serie B dopo un’annata di ambientamento in Italia a dir poco complicata.

Capitolo diverso per Boulaye Dia, che presto potrebbe rientrare a far parte del gruppo squadra. Colantuono aveva lasciato una porta aperta, le valutazioni però spetteranno alla società, che aspetta un confronto per capire se abbandonare la strada del Collegio Arbitrale. Rivedere in campo il senegalese significherebbe cercare di non deprezzare troppo il calciatore africano, riscattato dal Villareal pochi mesi fa per una cifra totale di circa 14 milioni di euro. Un investimento da provare a salvaguardare, con la consapevolezza che l’addio sarà l’unica strada da seguire, ma magari, con un finale di stagione quantomeno dignitoso, a qualche milioncino in più da investire nel prossimo mercato estivo. Colantuono riflette, e nel frattempo attende segnali dalla dirigenza…

Subscribe
Notificami
guest

5 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Pirola non riesce mai a fermare Felipe Anderson, Coulibaly la brutta copia di se stesso ...
Il grande ex della sfida sempre ispirato contro la sua vecchia squadra...

Dal Network

  Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

Altre notizie

Calcio Salernitana