Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Salernitana, Liverani: “Si deve credere nella salvezza! Ora dobbiamo dare noi qualcosa ai tifosi”

Le parole del tecnico

Fabio Liverani si è presentato questa mattina da nuovo allenatore della Salernitana: “La squadra l’ho vista ed è evidente che ha avuto tanti cambiamenti a gennaio. Non c’è tanto tempo ma vogliamo costruire qualcosa partita dopo partita senza darci grandi scadenze. Vogliamo scendere in campo, giocare, dare il massimo. Credo ci sia un organico con individualità importanti ma che come gruppo ha espresso poco. Bisogna agire da squadra ma credo che si possa ambire alla salvezza ed è per questo che ho accettato questa sfida.

Non credo che i gol incassati siano legati ai moduli ma nella mentalità e nella percezione del pericolo sia quando difendi ma soprattutto quando si ha il pallone in possesso. Bisogna avere la follia di provare a far gol ma anche la stessa fame di difendere la propria porta.

Tifoseria? E’ evidente che in questa città è stato fatto un miracolo sportivo un paio di anni fa e la gente fu un valore aggiunto. Oggi chiedere noi qualcosa alla gente non è facile. Dobbiamo innanzitutto dare. Cosa? Atteggiamento, determinazione, fame, finire le partite stremate ma con orgoglio. Se noi saremo in grado di dare qualcosa so che ci ritornerà in termini di entusiasmo in una piazza alla quale basta poco per accendersi ed essere coinvolgente.

Regista? E’ un ruolo che si può ricoprire anche con caratteristiche differenti. In rosa ci sono calciatori che possono svolgere quel compito. Il posizionamento e anche l’atteggiamento incide tanto anche nell’economia della partita. Kastanos, ad esempio, può agire in quella posizione ma è legato anche all’atteggiamento di squadra.

Rinnovo? Questo è successo anche a Terni. Quando si subentra a febbraio o marzo, parlare di quello che succederà non permette di poter collimare tutto. Trovare un’idea di quello che potrà essere dopo non conviene a nessuno. Darò il massimo in questo arco temporale, proveremo questa follia di salvarci. Se ci sarà volontà troveremo un accordo, altrimenti si ragionerà diversamente. Non ho mai giocato né allenato nel nome di un contratto scritto”.

Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Salernitana