Calcio Salernitana
Sito appartenente al Network

Salernitana-Verona: attaccanti protagonisti, esterni sottotono

Salernitana-Verona 2-1, le pagelle granata:

SEPE 5,5. Graziato dalla traversa in occasione del colpo di testa di Gunter, fermo in occasione del gol di De Paoli, scegliendo di restare sulla linea di porta.  

GYOMBER 6. Non sempre pulito esteticamente, spesso falloso, eppure non corre grossi pericoli. (45’ st BRONN sv).

DANILIUC 6,5. Contiene senza particolari sofferenze sia Henry che Djuric, si oppone con coraggio e precisione alla fisicità di entrambi i centravanti avversari. 

PIROLA 5,5. L’infortunio di Lovato gli regala l’esordio da titolare in serie A, non offre grande sicurezza al reparto, sbaglia totalmente la marcatura in occasione del pareggio gialloblu. 

CANDREVA 5,5. Non particolarmente ispirato, appare anche un po’ stanco. Qualche cross e poco altro. (45’ st Sambia sv)

COULIBALY 6,5. Giusto il tempo di riscaldarsi che diventa protagonista del match, con diversi palloni recuperati e la solita fisicità al servizio della squadra. Tra i migliori. 

RADOVANOVIC 6. Alterna cose buone ad altre meno positive, rischia tanto con un tocco di braccio in area, paziente nel finale quando avvia l’azione del vantaggio. Espulso dopo il parapiglia con la panchina avversaria. 

MAGGIORE sv. Un infortunio muscolare lo chiama subito fuori dalla contesa.  (9’ pt VILHENA 6. Entra bene in partita, poi si spegne alla distanza e scompare dal campo per gran parte del match, riaccendendosi nel finale con il tocco che propizia l’azione del 2-1). 

MAZZOCCHI 6. Un paio di sgasate delle sue, tuttavia senza particolare fortuna negli ultimi metri di campo. Chiude in ritardo su De Paoli, Candreva  gli fa da muro su una conclusione arrivata dopo una strepitosa azione personale. 

PIATEK 6,5. Trova il suo primo gol su azione con la Salernitana grazie soprattutto a un egregio controllo a seguire che gli permette di trovarsi a tu per tu con Montipò, trafitto da due passi. (14’ st DIA 7. L’uomo della provvidenza granata, salva la panchina di Nicola e regala un successo insperato in extremis con un mortifero mancino che si infila vicino al palo).

BONAZZOLI 6. Tornato titolare dopo tre gare di fila iniziate dalla panchina, trasforma il primo pallone buono che gli capita tra i piedi per servire l’assist al bacio che Piatek sfrutta a dovere. (14’ st BOTHEIM 6,5. Da applausi la sponda per Dia in occasione del gol. Assist al bacio per la conclusione del compagno di reparto). 

NICOLA 6. Ringrazia Dia che salva con ogni probabilità la sua panchina. Trova un successo forse non meritatissimo al termine di una prestazione non particolarmente brillante. 

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Dal Network

  Il mondo del calcio si appresta a introdurre un cambiamento regolamentare di potenziale portata...

  E’ calato il sipario sulla sessione invernale di calciomercato. Dopo le 20:00 di ieri,...

  Quasi 48 anni dopo il trionfo di Adriano Panatta nel Roland Garros nel 1976,...

Calcio Salernitana